giovedì 25 luglio 2013

VEGANIZZANDO LE PANADE

Era da un pò che non sperimentavo in cucina e oggi per un incontro speciale ho deciso di cimentarmi nella veganizzazione delle panade. A casa dei miei genitori non mancano mai, ma non sicuramente vegane! Ho sempre aiutato mia madre sin da piccola nella realizzazione di questi manicaretti. Le panade originali non hanno niente di vegano, la pasta è fatta con lo strutto e il ripieno è di carne. Almeno la ricetta che usiamo noi, quella di Oschiri. Sò che esistono tante altre varianti tipiche di altri posti ma noi siamo affettivamente legati a questa. Così dopo una telefonata ad Oschiri per un consulto con mia zia, io e la mia fantastica mamma, abbiamo deciso di metterci all'opera.


Ho dei genitori veramente speciali e ricchi di un patrimonio tradizionale che spero di assorbire il più possibile per continuare a portarlo avanti. Grazie di cuori "ragazzi", siete troppo forti!!! :-D


Mio babbino ieri ha raccolto dal nostro piccolo orticello delle verdurine fantastiche che abbiamo utilizzato per il ripieno, mentre al posto dello strutto, per l'impasto abbiamo usato l'olio di oliva della nostra piccola produzione. Sono molto fortunata ad avere a disposizione questi ingredienti così genuini :-D

 Mentre la pasta viene lavorata, tagliamo le verdurine.



Verdure tagliate e condite con aglio, prezzemolo. Un pochino di basilico e un filo d'olio d'oliva.
Piano di lavoro con tutto l'occorrente. La pasta è sotto un canovaccio bagnato per non rischiare che si asciughi a causa del caldo.



Et voilà:


 Ho rinunciato alle panade tradizionali da tanti anni ormai ma son felice di aver finalmente trovato la giusta spinta per realizzarne in linea con la mia scelta etica e non vedo l'ora di provarle in tante altre varianti.

Grazie di cuore mamma!!!

Buon pranzo a tutti!!! 

Con amore, 

Bobò.



sabato 6 luglio 2013

...qualcosa su di me.

Mi chiamo Veronica e sono nata a Carbonia il giorno della scoperta dell'America, il 12 Ottobre ma fortunatamente non dello stesso anno. Sono del segno della bilancia e me ne vanto appena trovo occasione. I ricordi più belli della mia infanzia sono legati al mare, dove passavo la maggior parte del tempo d'estate e alla campagna, dove passavo molto tempo in autunno e primavera. Non amo andare in bici nel traffico perchè una volta da piccola sono stata quasi investita da una vecchia 500. In realtà non ero in bici, ero a piedi e tenevo la bici da un lato. Vale lo stesso?! Non ho mangiato la maggior parte delle verdure fino ai 21 anni, ora sono vegana e adoro le verdure. Ultimamente leggo ripetutamente un libro, è di una scrittrice ancora viva. Strano, perchè ho sempre letto libri di scrittori già morti da tempo.  Oggi vivo un pò lì e un pò là, non ho quasi mai paura di lasciare il vecchio per il nuovo. Amo le novità, le avventure, le case abbandonate, i cuori, sfogliare giornali d'arredamento, i paradossi. Adoro profondamente fare liste, spostare l'ordine dei mobili e dare una nuova vita e funzionalità a cose vecchie. Ho un fidanzato che non si fa truccare nemmeno per gioco ma me ne sono fatta una ragione. Per il resto è adorabile, mi fa ridere tanto e  mi ha per giunta verniciato una porta. Ho sempre tante idee per la testa, amo passare tanto tempo a fantasticare e sognare. E sono sempre più convinta che i miei sogni si realizzeranno tutti. Amo sporcarmi le mani in lavori manuali, ho sempre voluto fare i lavori "da uomo", essere indipendente e autosufficiente, mi piace imbiancare, stirare, cucire, truccarmi e camminare senza meta con la musica nelle cuffie. Amo le donne eleganti e composte nelle foto in bianco e nero. Adoro profondamente la solitudine, ne faccio a meno volentieri solo per delle belle persone e per i concerti dal vivo. Mi piacciono i tatuaggi, ridere di gusto, amo il bello, le cose molto femminili, ringraziare, essere me stessa. Amo la mia famiglia e i miei cani con tutto il cuore. Ho un'adorazione al di là del normale per le miniature di tutte le cose, mi fanno un enorme tenerezza specialmente i mignon dei profumi e le scarpine dei bimbi.
Non mi piacciono: le lamentele e la gente che ne abusa, la falsità e il cattivo gusto.